fbpx
Seleziona una pagina

essere imprenditrice IN AZIENDA

29 novembre 2019

il linguaggio del progetto

Docente: Stefano Setti

Per costruire il team, comprendere in modo profondo le esigenze del cliente, avere cura dell’apertura e della chiusura dell’esperienza del progetto, riflettere su alcuni rituali che possono accompagnare e rinvigorire l’azione del team, affrontare le incertezze per mitigare le minacce e sfruttare le opportunità, armonizzare la più rigorosa pianificazione con l’apertura al cambiamento.

Perché questo seminario

Cos’è un progetto? quell’affascinante prospettiva dell’agire umano che guida il cambiamento, traduce l’idea in valore, attua l’innovazione. In un mondo che ha fatto dell’agilità – vale a dire dell’attitudine ad affrontare il cambiamento in modo continuo e flessibile – un fattore primario di competizione, l’arte di guidare i progetti risulta una competenza manageriale cruciale. Il progetto non tollera dogmi e schemi predefiniti: ci offre piuttosto ogni volta la libertà di studiare e adottare l’approccio combinato che sentiamo più adatto al nostro stile di leadership e alle capacità del team.

Perché questo seminario 

“Il linguaggio del progetto” ti aiuterà a sviluppare un approccio personale ed efficace alla gestione dei progetti.

Costruire il team, comprendere in modo profondo le esigenze del cliente, avere cura dell’apertura e della chiusura dell’esperienza del progetto, riflettere su alcuni rituali che possono accompagnare e rinvigorire l’azione del team, affrontare le incertezze con la grammatica rigorosa di un pensiero basato sul rischio, per mitigare le minacce e sfruttare le opportunità, armonizzare la più rigorosa pianificazione con l’apertura al cambiamento.

Il seminario ha un’impronta fortemente interattiva basata su lavoro in gruppo, con strumenti visuali. Tutto muove dalla convinzione che i partecipanti hanno già dentro di sé e nella loro esperienza tutto ciò che serve per essere project manager del futuro, leggeri e sostenibili.

Imparerai a:

Scoprire che non vi è un solo modo di fare il progetto, terreno di libertà e responsabilità

Vedere il progetto in modo sistemico, attraverso un approccio integrato e una comprensione complessa

Scegliere in modo adattivo il mix di modalità di esercizio della leadership a te più congeniali, facendo collimare rispetto del proprio stile e raggiungimento degli obiettivi

Individuare e gestire al meglio le relazioni fra i soggetti coinvolti nel progetto

I temi del corso

  • L’idea di progetto, uno slancio in avanti, la sua natura temporanea e unica
  • Le parole del progetto, il percorso dal glossario al manifesto
  • Il ciclo di vita del progetto, la sua articolazione in fasi in funzione del contesto
  • La gestione degli stakeholder: il progetto è (quasi) tutto qui
  • Le relazioni fondamentali del progetto: sponsor, project manager, team
  • Lo spazio dell’innovazione a tre dimensioni; progetto, programma, portfolio
  • Projects vs Operations: opposti inconciliabili o cooperazione possible?
  • La gestione dei requisiti del cliente, elicitazione maieutica e tracciabilità
  • L’arte di apprendere: la potenza dell’analisi retrospettiva e la sua connessione con la gestione della conoscenza in azienda
  • Constraints & Assumptions: i vincoli sono la base per la creatività
  • Apertura del progetto: il project charter, il contratto, ruoli e responsabilità
  • Chiusura del progetto: facciamo lesson learned e … celebriamo
  • Il triangolo maledetto: Scope, Time, Cost; qualche strumento base: il project charter, la WBS, il Gantt, la Milestone Chart,
  • Gestione della fase di esecuzione attraverso la triade magica: Change, Issue, Risk
  • Il quadro professionale del Project Manager: il codice etico di condotta
  • Cronos vs Kairos, tempo calcolato e tempo percepito
  • La gestione del team, il ciclo di Tuckman rivisitato
  • La rivoluzione Agile: principi, valori, strumenti rituali: agile è (sempre) bello?
  • I limiti della pianificazione (Extreme Project Management, VUCA environment)

Docente per: Il linguaggio del progetto

STEFANO SETTI

formatore, business coach, docente all’Università di Parma di Innovation Models presso il dipartimento di Ingegneria e Architettura, relatore e autore di libri sul Project Management

Stefano Setti è formatore e business coach, dalla propria ampia esperienza di project manager e manager ha distillato i principi di un galateo manageriale per la business transformation; docente a contratto presso l’Università di Parma di Innovation Models è relatore e autore di libri sul Project Management come disciplina profondamente umanistica, competenza chiave per il management e per la vita, aperta alla combinazione sinergica con altre discipline.

Diversamente ingegnere, 30 anni di esperienza nel mondo delle imprese come manager e project manager, ha fondato e dirige BluPeak Consulting, azienda di formazione, consulenza e coaching per lo sviluppo di cultura organizzativa a supporto della business transformation. L’anima ingegneristica e quella filosofica si armonizzano per sviluppare un nuovo concetto di “cura” della persona, del team, dell’organismo azienda.

Dopo una lunga collaborazione come docente a contratto con UniMoRe (Università degli studi di Modena e Reggio Emilia) in diverse discipline di carattere organizzativo, oggi insegna Innovation Models presso il dipartimento di Ingegneria e Architettura dell’Università di Parma.

 

Ha ricoperto diversi ruoli fra cui la carica di presidente nel Northern Italy Chapter del Project Management Institute, il principale organismo internazionale che si occupa sviluppare la cultura del proejct management. Certificato Project Management Professional (PMP®)e Risk Management Professional (PMI-PMP®), è Leadership Institute MasterClass alumni del Project Management Institute.

Nel 2013 ha pubblicato il volume “Il Linguaggio del Progetto” per Franco Angeli, che segue “Project & Process  Integration” (Franco Angeli, 2008). Ha partecipato alla stesura del volume “Process Mindset (Aracne, 2017) con un approfondimento sul dualismo fra progetti e operations.

E’ stato relatore a convegni nazionali e internazionali a Milano, Roma, Barcellona, Marsiglia, Dublino, Berlino, Lubiana, Portorose.

Coach, allievo della scuola Coaching Development, è convinto assertore del rispecchiamento che coaching e project management esercitano reciprocamente, occupandosi entrambi di co-creazione attraverso la relazione generativa fra le persone.

Alpinista e sci-alpinista, viaggiatore, ha partecipato a spedizioni in Europa, Africa e Asia, attento alle lezioni che l’ambiente estremo offre alla conoscenza dell’individuo e del team in azione.

IL PERCORSO 2019

PRESENTAZIONI AD ALTO IMPATTO - docente: Giovanni Tavaglione

GESTIONE DELLE RISORSE UMANEdocente: David Trotti

RESILIENZA ED EMPOWERMENTdocente: Alessia Tanzi

INTELLIGENZA MUSICALE IN AZIENDAdocente: Giorgio Fabbri

MARKETING STRATEGICO E PIANIFICAZIONE - docente: Daniela Bassetto

IL LINGUAGGIO DEL PROGETTO - docente: Stefano Setti

STORYBRANDING - docente: Francesca Gazzola